America’s Cup 2013 a Napoli: il programma

Mancano solo pochi giorni all’inizio di questa nuova fase dell’America’s Cup 2013 a Napoli, e nelle scorse ore è stato reso pubblico il calendario ufficiale delle regate.

Day 2
Si comincia ufficialmente il 18 Aprile alle 13:45 con la sfida tra gli austriaci di HS Racing e China Team.
A seguire, nella stessa giornata:

  • match race tra gli inglesi di JP Morgan Bar e i francesi di Energy Team
  • mach race tra Luna Rossa Piranha e gli svedesi di Artemis
  • regata di flotta

Venerdi 19 a partire dalle 14:05

  • quarti di finale dei match race
  • Regate di flotta

Sabato 20 a partire dalle 14:05

  • semifinali dei match race
  • regata di flotta

Domenica 21 a partire dalle 14:40

  • finalissima dei match race
  • regata di flotta finale

Max Sirena, lo skipper di Luna Rossa si prepara alla gara evocando la passata edizione: “Il ricordo più significativo della passata edizione sono i napoletani, che hanno fatto grande l’evento con supporto e calore non solo verso il nostro team. Ancora oggi l’immagine della folla sul lungomare e sulle colline resta il simbolo dell’edizione 2012. Sono convinto che quest’anno la folla sarà ancor più imponente e che ci supporterà come non mai”.
Ma l’America’s Cup a Napoli non è solo sport. Tanti sono, infatti, gli eventi e spettacoli serali previsti sul palco del Village allestito tra Via Caracciolo e Viale Dohrn.

In primis la cerimonia di inaugurazione della competizione, prevista per il giorno 13 Aprile alle 20:30, che vedrà alternarsi sul palco ospiti illustri come Enzo Decaro, Germano Bellavia e Marzio Honorato (Un Posto Al Sole), Solis String Quartet, Peppe Servillo, Pietra Montecorvino, Almamegretta, Toquinho, Noemi, Max Giusti.

Di seguito, invece, gli eventi previsti nelle serate successive:

14 Aprile: Solis String Quartet e Teresa Salgueiro.

15 Aprile: Giovanni Block e Toumani Diabatè & Armando Antures (Tribalistas).

17 Aprile: Enzo Gragnaniello e Orchestra di Piazza Vittorio

18 Aprile: Simona Molinari e Diego Moreno

20 Aprile: James Senese e Boosta.

 

Corsi di cucina a Napoli con Mauro Improta

Vi avevamo già parlato, in precedenti post, dei corsi di cucina che il carismatico Chef de La Prova del Cuoco (Rai1) Mauro Improta tiene presso la Scuola di Cucina “Salone dei Principi” di Napoli.

Ed ecco pubblicata sul sito della scuola la nuova photogallery relativa proprio all’ultima lezione dello Chef: “Tecniche di preparazione e cottura del pesce”.

 

Ciò che traspare dalle foto è, non solo la bravura e l’attenzione con cui Mauro Improta prepara i suio deliziosi piatti, ma soprattutto il clima gioviale che si respira durante le sue lezioni.

Sarà il carisma innato dello Chef, la sua simpatia o la passione dei suoi corsisti, fatto sta che ogni corso di trasforma in un vero e proprio evento di aggregazione.

Provare per credere!

I dolci di Pasqua: la Pastiera napoletana

884937_2982471698740_756200398_oNarra la leggenda che la sirena Partenope, simbolo della città di Napoli, dimorasse nel Golfo disteso tra Posillipo ed il Vesuvio, e che da qui ogni primavera emergesse per salutare le genti felici che lo popolavano, allietandole con canti di gioia. Una volta la sua voce fu così melodiosa e soave che tutti gli abitanti ne rimasero affascinati e rapiti, accorsero verso il mare commossi dalla dolcezza del canto e delle parole d’amore che la sirena aveva loro dedicato e, per ringraziarla, sette fra le più belle fanciulle dei villaggi furono incaricate di consegnarle i doni della natura: la farina, la ricotta, le uova, il grano tenero, l’acqua di fiori d’arancio, le spezie e lo zucchero. La sirena depose le offerte preziose ai piedi degli dei, questi riunirono e mescolarono con arti divine tutti gli ingredienti, trasformandoli nella prima Pastiera, che superava in dolcezza il canto della stessa sirena. (wikipedia)

Leggenda a parte, la Pastiera è ancora oggi uno dei simboli più forti della Pasqua napoletana: un dolce profumatissimo e delizioso nella sua semplicità.

Ecco come realizzarlo:

per la pasta frolla:

3 uova

500 gr. farina

200 gr. zucchero

200 gr. di strutto

un pizzico di vaniglia

un pizzico di sale

la scorza grattugiata di un limone

per il ripieno:

700 gr. di ricotta di pecora

400 gr. di grano cotto

500 gr. di zucchero

la scorza grattugiata di un limone

50 gr. di cedro candito

50 gr. di arancia candita

100 gr. di latte

30 gr. di burro

5 uova intere + 2 tuorli

un baccello di vaniglia

5 gocce di Neroli

Dopo aver preparato la frolla e messa a riposare in frigo occupiamoci del ripieno.

Facciamo bollire il latte con il grano, la scorza di limone e il burro per circa 10 minuti.

A parte setacciamo la ricotta e la lavoriamo con lo zucchero, aggiungendo le uova, la vaniglia e le gocce di Neroli.

Una volta intiepidito aggiungiamo il composto di grano e i canditi.

Dopo aver foderato lo stampo con la pasta frolla, aggiungiamo il ripieno e terminiamo con le strisce di pasta a decorazione.

La cottura è un tantino lunga: circa 1 ora e mezza a 200°, ma ne vale la pena!

Buona Pasqua!

Tecniche per cucinare il pesce: a lezione da Mauro Improta

Sfilettare, eviscerare e deliscare il pesce: un incubo per ogni aspirante chef. Manuali e video tutorial possono aiutare nell’impresa ma l’insegnamento “de visu” di uno chef professionista è la migliore opzione possibile. E allora tutti a lezione da Mauro Improta, mercoledi 3 Aprile, alla scuola di cucina “Salone dei Principi” di Napoli.

Oggi menù a base di pesce. Bene. Prendete un bel branzino fresco dal vostro pescivendolo di fiducia, evisceratelo, eliminate la pelle e le lische (tutte!) e ricavate dei bei filetti da condire e cucinare.

Sembra facile? Bene, in realtà non lo è.

Trattare il pesce è una delle operazioni più difficili in cucina. Molti ci provano, alcuni ci riescono, altri ci rinunciano e comprano pesce già pulito o addirittura surgelato, a discapito della freschezza del prodotto e, di conseguenza, del sapore del piatto finale.

Tutti, però, concordano nel ritenere che l’unica maniera possibile per imparare a trattare il pesce è quello di imparare da un professionista. Ed è a questo che ha pensato la Scuola di Cucina “Salone dei Principi” di Napoli che, in collaborazione con lo Chef Mauro Improta (La Prova del Cuoco) ha programmato la prossima lezione di cucina dal titolo “Tecniche di preparazione e cottura del pesce”.

Durante il corso lo Chef illustrerà passo passo ai corsisti come pulire, deliscare e sfilettare diversi tipi di pesce. E non solo. Gustosi piatti verranno realizzati da Mauro Improta e tutti gli allievi, che impareranno così quali tecniche di cottura utilizzare a seconda dei diversi tipi e tagli di pesce.

Come di consueto, non mancherà la degustazione dei piatti realizzati.

Sono trascorsi solo due mesi dall’inizio della collaborazione tra la Scuola di cucina “Salone dei Principi” di Napoli e lo Chef Mauro Improta, ma l’entusiasmo di tutti cresce a vista d’occhio. I corsisti apprezzano la bravura dello Chef e la sua capacità di insegnare loro tecniche e trucchi da usare in cucina. La sua simpatia e l’atmosfera che si respira durante le lezioni al “Salone dei Principi” rendono ogni corso un vero e proprio happening.

Per informazioni sui corsi di cucina di Mauro Improta e tutte le altre lezioni del “Salone dei Principi” si rimanda al sito della scuola di cucina.