Napolitanata: tra musica e folklore

logo-completo-per-carmine

Riscoprire e comunicare il valore della canzone classica napoletana: è questo l’obiettivo di Naputitanata, la prima vera sala concerti dedicata alla musica partenopea.

La passione di alcuni giovani artisti napoletani, in collaborazione con il Comune di Napoli, ha dato vita a un progetto unico nel suo genere: la creazione di una sala concerti unicamente dedicata alla canzone classica napoletana, da sempre apprezzata in tutto il mondo.

Un patrimonio musicale enorme, da O’ Sole mio a Torna a Surriento, fino alla tradizionale Tarantella.

Parlare semplicemente di concerti sarebbe riduttivo. Gli eventi proposti da Napulitanata sono qualcosa che somiglia agli spettacolo di fado di Lisbona o a quelli spagnoli di flamenco: l’interazione tra gli artisti e il pubblico è molto forte e rende ogni evento un’esperienza irripetibile per chi vi assiste.

I turisti, sia italiani che stranieri, sembrano già essere estasiati da quest’iniziativa. Ma non si pensi che Napulitanata sia nata e si rivolta solo a chi arriva da fuori a visitare la città: sono tantissimi, infatti, i napoletani che assistono agli spettacoli, desiderosi di riscoprire le radici culturali della loro terra, attraverso il suo immenso patrimonio musicale.

 

Napulitanata è in Piazza Museo Nazionale 10, 11, sotto i porticati della Galleria Principe di Napoli (di fronte al Museo Nazionale).
Info: http://www.napulitanata.com

Annunci

Room escape: il nuovo real-life game arriva a Napoli

11745375_636620459805836_1954953187589530230_n

Un gruppo di amici rinchiuso all’interno di una stanza e un’ora di tempo per uscirne. Come? Ricorrendo all’ingegno e all’astuzia per risolvere enigmi e trovare indizi all’interno della camera.

No, non è la trama di un film dell’orrore. E’ il gioco del momento, nato qualche anno fa in Giappone e diffuso in pochissimo tempo prima negli Stati Uniti e poi in Europa: le escape rooms.

In italia le escape rooms attualmenti presenti sono principalmente al Nord. Ancora per poco.

Mancano infatti appena un paio di settimane all’apertura della prima escape room del Sud Italia, proprio nella nostra città, Napoli. Marco Stoppelli, 27enne, da circa sei anni operante nel settore turistico-alberghiero, è per caso venuto a conoscenza del fenomeno delle escape rooms grazie al web.

Il fatto che nel Sud Italia ancora non si fosse sviluppato tale fenomeno ha stimolato il suo spirito imprenditoriale e ha così deciso di investire in un’attività che sta spopolando all’estero e in alcune città del Nord Italia.

E ora manca pochissimo all’apertura: la prima escape room del Sud Italia sarà a Napoli, in Via diocleziano 86 (zona Fuorigrotta).

Non resta che attendere ancora un po’ e nel frattempo allenare l’ingegno.

Tutti i dettagli alla pagina facebook ufficiale.

Santo Stefano: Napoli e la minestra “maritata”

La minestra maritata è un tipico piatto della tradizione campana, in genere preparata per il giorno di Santo Stefano.
La minestra è definita “maritata” in riferimento al fatto che gli ingredienti di carne e verdura, si “maritano”, ovvero si sposano, partecipando insieme alla minestra.

Ogni famiglia napoletana è solita tramandarsi la propria ricetta di generazione in generazione, ma al di fuori di quelle che possono essere le possibili varianti o rivisitazioni, ogni napoletano sa che, per essere definita minestra maritata, la stessa deve necessariamente contenere ingredienti quali la carne di gallina, la cotica di maiale, la cosiddetta“nnoglia” (salsicciotto di intestini di maiale salati, pepe e finocchietto), le ossa di prosciutto e le “tracchiulelle” (costine di maiale).

Discorso analogo è da farsi per le verdure tipiche necessarie alla preparazione di una vera minestra maritata, che sono tipicamente cicoria, “scarulelle” (scarole piccole e tenere), verza e borragine, che i napoletani reperiscono, seppur ormai con qualche difficoltà, nei vari mercatini rionali della città.

La tradizione vuole, inoltre, che la minestra sia servita in piatti fondi, su una “fresella” o una fetta di pane raffermo ben abbrustolito, con un giro d’olio d’oliva e, a piacere, del pecorino.
Minestra maritata

Ma veniamo alla ricetta della minestra maritata napoletana.

Ingredienti:

• carne mista (gallina, maiale, manzo)
• verdura mista (scarole, bietole, cicoria, broccoli, cime di rapa e verza)
• cotica di maiale,
• “nnoglia”
• un osso di prosciutto
• tracchiulelle
• 2 spicchi di aglio
• 1 cipolla
• 1 carota
• 1 costa di sedano
• 1 patata
• olio d’oliva
• pepe

Procedimento:

Riempire di acqua salata una pentola molto capiente e aggiungere l’aglio, la cipolla tagliata in due, il sedano, la carota e la
patata tagliata in 2-3 pezzi. Aggiungere la carne tagliata a pezzi, tranne le parti più grasse (come le costine di maiale, la salsiccia e la cotica) che vanno, invece, prima sbollentata in una pentola a parte, riempita di acqua salata.

Portate ad ebollizione e fate cuocere entrambe le pentole per almeno un’ora. Unire, quindi, i pezzi di carne sbollentata al resto del brodo e lasciare cuocere ancora per un’ora. Per sgrassare il brodo, eliminate durante la cottura la schiumetta che si forma in superficie.

Nel frattempo pulire le verdure e sbollentarle separatamente. Quando il brodo sarà pronto, aggiungere le verdure sbollentate e continuare la cottura ancora per una decina di minuti circa.

Regolare di sale e pepe e servire nel modo descritto.

Buon appetito!

Maggio dei Monumenti 2014

maggiomonumenti

Puntuale come sempre ritorna, anche quest’anno, la consueta manifestazione dedicata all’arte nella nostra città: il Maggio dei Monumenti.

L’edizione 2014 della manifestazione che ogni anno attira turisti da ogni parte, è dedicata al tema della conoscenza: filo conduttore degli eventi in programma è il testo di Benedetto Croce “Storie e leggende napoletane”, punto di partenza ideale per ripercorrere il passato, le tradizioni e la cultura della città di Napoli.

 

Per approfondimenti è possibile visitare il sito web del Comune di Napoli alla seguente pagina, mentre qui è visibile il programma dettagliato della manifestazione.

 

Il Maggio dei Monumenti è da sempre un’occasione unica per visitare la città di Napoli, che proprio in questo periodo si riempie di colori ed iniziative. L’Hotel Napolit’amo propone speciali sconti proprio per chi vuole approfittare di questo periodo per visitare la città soggiornando nelle sue strutture.

logo2 logo2 (1)

 

 

 

 

Scopri l’offerta Speciale dedicate al Maggio dei Monumenti 2014 a Napoli, riservata ai clienti dell’Hotel Principe Napolit’amo di Via Toledo e dell’Hotel Napolit’amo Medina di Via San Tommaso D’Aquino.

Capodanno 2014 a Napoli

champagne_newyear_1200_720px

Festeggia il nuovo anno all’Hotel Napolit’amo! Preparati al conto alla rovescia e attendi il nuovo anno gustando le prelibatezze preparate per te dai nostri chef. Goditi poi il fantastico spettacolo pirotecnico e i festeggiamenti organizzati come ogni anno in ogni angolo della città.


L’offerta include:

  • pernottamento di 2 notti per 2 persone in camera matrimoniale o doppia;
  • colazione a buffet;
  • drink di benvenuto;
  • cenone di Capodanno per 2 persone composto da piatti tipici della nostra tradizione;
  • accesso a tutti i servizi dell’hotel.

Approfitta dell’offerta “Capodanno 2014 a Napoli” a partire da € 135,00 a persona*.

*tassa di soggiorno pari a € 1,50 a persona a notte non inclusa.

Il nostro menu di San Silvestro comprende:

Aperitivo

Prosecco con zeppoline di baccalà, calamari fritti e insalata “di rinforzo”

Cocktail di gamberi

Primi piatti

Scialatielli ai sapori di mare

Risotto champagne e ostriche

Secondi

Orata in panure di gamberi e insalata mista

Cotechino con lenticchie

Dolci

Semifreddo al torroncino

Dolci di Natale e frutta secca

Vini

Falanghina, Aglianico, Spumante italiano

Offerta soggetta a disponibilità e valida per un minimo di 2 notti.

Info e contatti:

Hotel Napolit’amo

www.napolitamo.it

 hotel@napolitamo.it – info@napolitamo.it

0814977110 – 0815523626